26.1 C
Livorno
Home Articoli CHIUDERE TUTTO MA LE GAMBE NO! Un grido dar Paese CONTE...

EMERGENZA COVID

CHIUDERE TUTTO
MA LE GAMBE NO!
Un grido dar Paese
CONTE
LASCIACI TROMBÀ!

È rimasta l'urtima libertà!

di Mario Cardinali

Saputo che ‘r Governo voleva chiude’ tutto, via a razzo a Roma! Un corteo di donne ‘un finiva più, tutte a sbraità davanti a Palazzo Ghigi!
Allora, certi cori… «Conte, Conte, ciai scritto scemo sulla fronte!» era quello più gentile, ma si sentiva tanto anche «Presidente, Presidente, ‘un fa’ scherzi a delinguente!»
Sicché dé, hanno fatto entrà ‘na delegazzione! Una diecina fra le meno scarmanate, che però a capo ci s’è messa la Katia di Livorno, che te alle livornesi pestani un piede e ti rifanno novo!
E come l’ha avute davanti, Conte ‘un s’è scomposto:
– Signore, cosa posso fare per voi?
– Dé, – l’ha diacciato la Katia – si vole trombà!
– Qui dentro?! – ha cercato di ruzzà lui.
– Mah, si pole anche fa’! – è stata ar giòo lei. – Però l’avverto, presidente, ni metto ‘na puppa ‘n bocca io, cià da ciuccià finché campa!…

Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

73 euri

Stato e Mafia

Il mondo