26.1 C
Livorno
Home Articoli UN BEL PARTITONE SOLO

L'editoriale - Senza peli sulla lingua

UN BEL PARTITONE SOLO

 

di Mario Cardinali

Ma perché continuare con questo mercato delle vacche che sono diventate le elezioni? Perché seguitare a scannarsi fra partitoni e partitini per assicurarsi ciascuno la sua fetta, da spartire poi in altre fette e fettine fra i tanti gruppi, sottogruppi, clan e rappresentanti sciolti d’ogni sigla di partito, a loro volta referenti di più vasti interessi d’ogni tipo?

O non sarebbe meglio un bel partitone solo? Un partito che potesse soddisfare tutti i commensali seduti alla grande spartizione, ognuno secondo peso ed importanza, senza più perdite di tempo? Basterebbe finirla con le ipocrisie, con i soliti discorsi sulla democrazia rappresentativa e i soliti blabblà. E una volta finalmente ammesso e riconosciuto che i partiti – magari nati un tempo per ben altri usi – servono più che altro ad arraffare, perché non arraffare alla luce del sole tutti insieme?

Oddìo, non si vuol dire un Partito A Delinquere Ufficiale addirittura, un PADU insomma…


(Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola, oppure acquistalo scaricando la App gratuita del Vernacoliere dall’App Store per iOS, o da Google Play per Android).

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

73 euri

Stato e Mafia

Il mondo