29.8 C
Livorno
Home Articoli STRAGI DI IERI E FASCISMI D’OGGI

L'editoriale

STRAGI DI IERI
E FASCISMI D’OGGI

Senza peli sulla lingua 

di Mario Cardinali

Lo sentite nell’aria quest’odore antico? Lo chiamano postfascismo, ma è il fascismo di sempre, adattato ai tempi.

 Che ora son tempi anche d’estate ormai vicina, col suo mare e i suoi monti e la voglia pressante di scordare contagi e pandemie, e dimenticheremo infine anche le tragedie nelle RSA, quelle residenze sanitarie assistite in cui violenza di virus e impreparazione umana hanno fatto stragi immense anch’esse, seppure senza guerre né attentati di terrore. E anche su quelle stragi calerà prima o poi il solito silenzio di archiviazioni e prescrizioni di rito, com’è storia tipica italiana... (…)

Continua la lettura sul vernacoliere in edicola

oppure abbonati su shop.vernacoliere.com

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

Trovata una sega

Asylo

Giuovani Bagnanti