28.1 C
Livorno
Home Articoli SCHERZA COI FANTI

Senza peli sulla lingua

SCHERZA COI FANTI

di Mario Cardinali

Un sacco di gente, specialmente sulla nostra pagina Facebook, se l’è presa con Salvini per la sua faccia di bronzo (per non dire d’altro) nel commento alla locandina del Vernacoliere di dicembre, che tanto clamore ha sollevato anche nei media di carta e di televisione.
Ma come – tutti a dire – proprio lui chiede al Vernacoliere perché disturbare la Madonna, lui che la invoca, la usa e la strumentalizza a fini di consenso politico e religioso in ogni suo comizio, e ci unisce i baci al rosario e al crocifisso, coram populo osannante d’integralismo leghista e religioso?
Ma c’è ben altro, in quella supposta ipocrisia di Salvini…

(Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola, oppure abbonati su vernacoliere.com).

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

Trovata una sega

Asylo

Giuovani Bagnanti