30.6 C
Livorno
Home Articoli PRONTE LE TESTE DI CAZZO DELLA LEGA!

IMMIGRATI
Precipita la crisi italo-francese!
Contro le TESTE DI COIO
di Macròn

PRONTE
LE TESTE DI CAZZO DELLA LEGA!

Terrore a Parigi!
SONO PEGGIO DELL'UNNI!

di Mario Cardinali

Duro, deciso e perentorio l’avviso di Sarvini a Macròn:
– Se voi schiererete le vostre teste di coio, noi schiereremo la nostre teste di ‘azzo!
A Parigi dé, si son sentiti morì!
«Mondié, mondié!», tutti a urlà scappando colle baghette sotto ’r braccio, ar solo sentì rammentà le teste di ‘azzo della Lega!
Capirai, le teste di ‘azzo della Lega, mìa i nazzisti d’un reggimento Àzzoffe valunque! Lo sanno anche i francesi, ‘un dubità, cos’è stato quer tremendo corpo d’assarto padano creato a’ su’ tempi da Bossi, poi messo a riposo e ora ritirato fori da Sarvini! (…)

Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola
oppure abbonati su shop.vernacoliere.com

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

L’Associazione ”Boia in che stato!” comunica:

Coraggio, italiani! LA MELONI È UN INCUBO SORTANTO!

Poi ci sveglieremo
e ar su’ posto ci sarà
VANNACCI!
Ma allora è MERDA perdavvero!

Basta co’ soliti papponi!

Apriamo la CORRUZZIONE ar popolo!

OPERAIO,
CIAI LE TOPPE AR CULO?
VIENI ’N POLÌTIA!
È tutto un artro mondo!

ONU:

RIONOSCIUTA LA PALESTINA!

“Sì sì, è propio lei!”
Ma ’n quelle ‘ondizzioni
c’è voluto ’r DNA!

L'editoriale - Senza peli sulla lingua

A PERPETUAZIONE DEL SISTEMA

CORRUZIONE POLITICA

IL PD FA PULIZIA!

I candidati e le candidate all’elezioni
si dovranno lavà bene i piedi
e ’r buoderculo!
PER TOPE E UCCELLI
onniuno penzerà a’ cazzi sua!
La SHLÀIN: E CONTE stia zitto
perché ni puzza ’r fiato!