17.9 C
Livorno
Home Articoli PREMIO A CHI RESTA A MORÌ A CASA SUA!

MIGRANTI

PREMIO A CHI RESTA
A MORÌ A CASA SUA!

La Meloni offre la cassa
e Sarvini ci mette ‘r karaoke!

di Mario Cardinali

Povera Meloni, era sempre lì tutta piena di brividi per que’ poveracci affogati a Cutro che vabbene s’un partivano ‘un affogavano come dice Fertri che ni piace tanto ‘r vino ma ‘nzomma parecchia pena la facevano lostesso, tantevvero lei ‘un c’è nemmeno voluta andà a vedelli tutti que’ morti reuperati dar mare speciarmente  que’ poveri bimbini affogati a mucchi, rinchiusi in quelle bare bianche con Mattarella che ‘nvece c’è andato a testabassa come capo dello Stato, bello Stato sì che prima ti fa affogà eppoi ti viene a piange’ davanti come ‘ ‘occodrilli ma ‘nzomma lui c’è andato a vergognassi anche s‘un sapeva nulla di tutto ver macello prima ‘he succedesse ma quell’artri lo sapevano a cosa andava ‘ncontro quell’imbarcazzione ner mare grosso da fa’ spavento anche alle motovedette della Polizia andate a vedé se c’era da arrestà quarcuno e sono ritornate di volata addietro ner mentre la Guardia costiera che quer mare ni faceva un baffo ‘un s’è mossa chissà perché ma ‘r Governo zitto e buci e sicché poi la Meloni ha detto oggiù vado alla festa per i cinquant’anni di Sarvini e così mi distraggo un po’ e magari c’è anche ‘r karaoke che difatti lei l’ha fatto in un duetto propio con Sarvini e tutti i critioni a dire ma te guardalì se si por sentire tutte vélle stecche sannonasega loro di cantare ma la Meloni ha detto oggiù via, ora mi son ripresa è l’ora di fa’ quarcosa perdavvero per que’ poveracci ora ci penzo (…)

Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola

oppure abbonati su shop.vernacoliere.com

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

L’Associazione ”Boia in che stato!” comunica:

Coraggio, italiani! LA MELONI È UN INCUBO SORTANTO!

Poi ci sveglieremo
e ar su’ posto ci sarà
VANNACCI!
Ma allora è MERDA perdavvero!

Basta co’ soliti papponi!

Apriamo la CORRUZZIONE ar popolo!

OPERAIO,
CIAI LE TOPPE AR CULO?
VIENI ’N POLÌTIA!
È tutto un artro mondo!

ONU:

RIONOSCIUTA LA PALESTINA!

“Sì sì, è propio lei!”
Ma ’n quelle ‘ondizzioni
c’è voluto ’r DNA!

L'editoriale - Senza peli sulla lingua

A PERPETUAZIONE DEL SISTEMA

CORRUZIONE POLITICA

IL PD FA PULIZIA!

I candidati e le candidate all’elezioni
si dovranno lavà bene i piedi
e ’r buoderculo!
PER TOPE E UCCELLI
onniuno penzerà a’ cazzi sua!
La SHLÀIN: E CONTE stia zitto
perché ni puzza ’r fiato!