26.1 C
Livorno
Home Articoli PER UNA TACCHE LA MANDANO IN CULO!

Sanità sempre peggio

PER UNA TACCHE
LA MANDANO
IN CULO!

Ma no in un culo vicino!
A 300 chilometri distante!

di Mario Cardinali

Ir dottore n’aveva detto qui ci vole una Tacche di volata, lei povera donna aveva sentito una crìnia convenzionata che dopo un mese niela potevano fa’ ma era sempre troppo cara,
E figuriamosi in una crìnia privata der tutto, che lì niela facevano anche fra ‘na settimana ma con dimorti quattrini ‘n bocca!
Sicché dé, all’Asle perforza, che lì basta ‘r tìchette normale ma loro n’hanno detto subito per una Tacche ci vole armeno un anno!
Ma faccio a tempo a morì, ha detto lei, e loro dice dé, ci dispiace ma guardi che un anno è già poìno, a vorte ce ne vole anche due.
Dé, o bé o affogà, nella sanità pubbria ‘un c’è artro sistema, a meno che tu ‘un conosca varcuno d’importante! Ma lei dé, tuttarpiù conosceva una delle pulizzie, ‘un contava un cazzo!…
(Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola, oppure acquistalo scaricando la App gratuita del Vernacoliere dall’App Store per iOS, o da Google Play per Android).

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

73 euri

Stato e Mafia

Il mondo