29.2 C
Livorno
Home Articoli PER LA TOPA LA NOSTRA LINGUA È MEGLIO!

BASTA COLL'INGRESE!

PER LA TOPA LA NOSTRA LINGUA È MEGLIO!

L'Accademia della Crusca: SE LA SOGNANO L'INGRESI LA POTTA!

di Mario Cardinali

Dé, l’artro giorno t’è passato un tronco di fia da morì, fa uno:

  – Boia, popò di pussi!

  – Pussi vallo a di’ ar budello di tu’ ma’! – n’ha fatto risentita lei.

  E quando lui n’ha spiegato che lui voleva sortanto dire topa mapperò in ingrese, lei n’ha detto deliata «allora parla come mangi, stronzolo!»

  O sennò come quella ragazza che sere addietro caminava sur viale per i fatti sua. L’abborda  uno ‘n macchina di fori, ni fa:

– Ellò, bebi! Quanto, per un pompino?

– Dipende! Come li fa iòar  mòdar, cinquanta! Iòar sister, cento!

  E lui:

  – Puttana!

  E lei:

  – Seddercaso escort, come ortre a tu’ ma’ e alla tu’ sorella l’ha sempre fatta anche la tu’ grammòdar!…

(Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola, oppure  acquistalo scaricando la App gratuita del Vernacoliere dall’App Store per iOS, o da Google Play per Android).

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati