25.7 C
Livorno
Home Articoli MELONI BIONDA SOPRA MA SOTTO È NERA!

I misteri della Presidente

MELONI
BIONDA SOPRA
MA SOTTO È
NERA!

Ora l’Europa la vole vedé!

di Mario Cardinali

Allora, come siamo malizziosi ‘noi italiani…. Nessuno che quando sente parlà di topa penzi presempio alla femmina der topo, o quando sente dire c’è una testa di ’azzo fori ‘un corra alla televisione per vedé se Sgarbi s’è aperto i pantaloni, che poi ora ha dato le dimissioni da sottosegretario alla curtura e potrà finarmente penzà a’ cazzi sua, anzi ar su’ cazzo, magari per un restauro degno d’un intenditore d’arte antìa come lui.

  E così per la Meloni, che siccome ora che è doventata capo der governo ‘un si sbottona più come faceva da ragazza cor Misse e con tant’artre oganizzazzioni giovanili ‘ndove ci dovevi entrà perforza tutta abbottonata ma poi ci sortivi a braccio arzato e i comunisti a portassi la bocca all’orecchi cor dire boia vesta ragazza è propio fascista nata e caàta guardalì come si sbottona a urlà viva ‘r duce e ‘nzomma si vedeva bene di che panni vestiva, ora ‘nvece è un lavorone capì se è propio nera perdavvero, stante che sopra è bionda ma sotto dice è nera ‘ome la pece, e subito le solite linguacce a dire dé se la sarà tinta pervìa che anche lei oramai pirncipia a ‘ngrigì e ‘un c’è nulla di peggio per una donna de’ peli bianchi in certi posti.! (…)

Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola 

oppure abbonati su shop.vernacoliere.com

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

La situazione precipita!

VOCI D’UN CÓRPO DI STATO! VANNACCI IN CARRARMATO davanti ar Parlamento!

Poi ha forato e s’è fermato lì!
Ma resta arto ‘r tintinnìo di cingoli!

Allarme! C’È PIENO DI FASCISTI AR MARE!

L’acqua è doventata nera!
La gente s’interroga penzosa:
MA SORTANO DALLE FOGNE?

Oramai appare dappertutto!

GIORGIA COME PADRE PIO!

Derresto ni garbava ’r fascismo anc’a lui!

L'editoriale - Senza peli sulla lingua

MENTRE LA DESTRA PICCHIA E FILA COME UN TRENO