29.8 C
Livorno
Home Articoli La parabola

Dai Vangeli apocrifi

La parabola

V’era in quei tempi in Palestina un pubblicano che nel quotidiano bussare ai poveri usci per esigere le imposte si sentiva chiedere “Chi è?”. “Tasse!”, rispondeva l’avido esattore, facendosi aprire dagli atterriti cittadini.

Or avvenne che un giorno, avendo costui abbondato in libagioni, invece del solito “Tasse!” ebbe a rispondere “Equitalia!”, con immediate grida di sgomento degli sventurati ed anche parecchi “oiòi, mi s’è sciolto il corpo!”. Ché se a a quel tempo Equitalia non esisteva ancora, già bastava udirne il nome per cacarsi immediatamente addosso.

Morale: ‘Un c’è nulla come la paura per andare di corpo.

Di Mario Cardinali 

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

Trovata una sega

Asylo

Giuovani Bagnanti