16.5 C
Livorno
Home Articoli LA FAVA PIÙ BELLA!

L'estate del Vernacoliere
Novità!
Grande Concorso per

LA FAVA
PIÙ BELLA!

Chi vince se la potrà
stioccà ner culo!

di Mario Cardinali

L’artro giorno c’è venuto uno in redazione.

  • Siete ‘na mània d’ignoranti! – cià fatto a bruttomuso.
    Noi dé, la mosca ar naso!
  • O pallino, qui dentro ‘r più ‘gnorante sa a mente tutto l’alfabeto!
  • Ma no ‘gnoranti in quer senso! Ignoranti perché ‘gnorate la fava!
  • Valaddì’?!
  • Vale a di’ che dé, topa, topa, sempre topa… ce l’avete ‘n bocca fissa, la topa!
  • Sa, ci piace ‘r sapore…
  • Ho capito, ma c’è anche la fava!
  • Quella se la ciucci lei!
  • Mapperò c’è tanta gente che ni garba!
  • Ah, dice i ghèi?
  • Anche loro, ma speciarmente le donne! N’importassai a loro delle sfilate delle Misse ! A loro n’interessa le sfilate de’ Mister! O perché ‘un ne fate una anche voi?
  • Una sfilata d’òmini colla fava ritta?!…

(Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola, oppure abbonati su vernacoliere.com).

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

FRANCESCO
CE N’HA PER PÒO!
La Destra ora vole anche ’r Vatiano!

PRONTO UN PAPA NERO! Ma no nero di pelle, NERO DI CAMICIA!

Primaditutto farà la
BENEDIZIONE
DEI MANGANELLI

GAZA
Du’ milioni
di PALESTINESI
SEMPRE VIVI!

L’Onu avvisa Isdraele SE L’AMMAZZATE TUTTI POI VI SI FA PAGÀ!

Vedrai Netaniàu ora ci ripenza!

Riforma della Giustizia

LA NOVA POSIZIONE DEI GIUDICI A BUORITTO AR MURO!

Poi passa Nordio per l’ispezione ’nterna
e Crosetto alla ricerca der comprotto ’ntestino!

L'editoriale - Senza peli sulla lingua

L’ORGOGLIO E LA FAME