26.5 C
Livorno
Home Articoli I LECCACULI DI RENZI RIVOGLIANO LE SU' LINGUE!

Fermento nel PD

I LECCACULI DI RENZI
RIVOGLIANO
LE SU’ LINGUE!

Ora ci sono
artri culi da leccà!

di Mario Cardinali

Uno de’ sua gliel’ha urlato sur muso addirittura:
– Matteo, ‘un conti più ‘na sega!
– Ma te tu come ti permetti?! – ha stronfiato lui  coll’occhi ‘nfori. – Ti butto fori da i’ ppartito!
– Te ‘un butti fori nessuno, ‘un sei più nemmeno ‘r segretario!
– Ma tanto c’è Martina, l’è un omo mio!
– Eh, ma vedrai dura pòo, anche lui! Aria nova, ci vole! Son cambiati, i culi da leccà!
Parole profètie. Di lì a poìno a Renzi n’è arrivato un fottìo di richieste di lingue da riavé addietro, da tanti sono quelli che ora rivogliano libertà d’azione…

(Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola, oppure acquistalo scaricando la App gratuita del Vernacoliere dall’App Store per iOS, o da Google Play per Android).

I più letti

Barzellette scritte e disegnate

Un maresciallo de’ ’arabinieri è a r compiùte a scrive’ ‘na mèil. «Al Comando dell’Unità Cinofila Carabinieri, Roma. Si prega di mandare a questa stazione...

Falso invalido

Trombava coll’uccello moscio

Dopo 'r ceo che vedeva la Madonna, dopo 'r sordo che sonava a orecchio, dopo 'r monco che si faceva le seghe con du'...

LA LOCANDINA DI MAGGIO 2016

La nuova locandina del Vernacoliere di Maggio 2016

La nuova App del Troio

di Andrea Camerini
Articoli correlati

73 euri

Stato e Mafia

Il mondo